Un’esperienza che aiuta a crescere

La prima domanda potrebbe essere questa “Che cos’è il volontariato?” Che cos’è quella “cosa” dai contorni sfumati, che non si riesce ad afferrare a pieno, difficile da definire con parole semplici, ma che muove un esercito pacifico di persone spingendole a occuparsi degli altri? Una delle risposte più belle sta in una frase che piaceva…

 

 

 

 

http://www.ilcorriereapuano.it/2018/01/intervista-ai-giovani-stanno-svolgendo-servizio-civile-alla-misericordia-bagnone/

Storia

La Misericordia di Bagnone è nata con lo scopo principale di accompagnare i defunti nel loro ultimo viaggio al campo santo. L’accompagnamento dei defunti avveniva all’inizio con lettiga portata a spalla spesso attraverso percorsi impervi a causa della mancanza di strade e nonostante che l’impegno fosse particolarmente gravoso veniva sempre affrontato con determinazione e volontà caritatevole. Solo nel 1926 venne acquistato un carro funebre trainato da cavallo; nel 1970 venne acquistata un auto funebre cui seguiranno nel 1991 e nel 2003 altri mezzi più moderni. Nel 1994 un ristretto gruppo di bagnonesi decise di dare nuova linfa a quest’associazione mantenendo sempre vivo il servizio di trasporto cimiteriale ed aggiungendo anche servizi sociali che una popolazione sempre più anziana richiedeva con maggiore frequenza.
Nel 1995 a questo scopo fu acquistata una fiat punto auto cui si aggiunsero nel tempo altri mezzi attrezzati idonei al trasporto di disabili e nel 2009 la prima ambulanza per il trasporto dei pazienti barellati. Attualmente il parco mezzi della Misericordia di Bagnone consta di 2 ambulanze, 3 mezzi attrezzati ed un autovettura dedicata solo al sociale oltre ad un carrofunebre.

Nel 1876 nasce nella Chiesa di Bagnone la Compagnia di Misericordia. Si tratta di una Compagnia di carità che ha tra gli scopi principali il trasporto dei malati poveri “parrochiani o forestieri” e di coloro che “dallo Spedale chiedessero di essere portati dalle rispettive loro abitazioni in Parrocchia”. La Confraternita che ha sede nella Chiesa di San Rocco deve anche impegnarsi nel trasporto delle salme, dei carcerati, dei miserabili e di qualunque altro quando nè sia fatta richiesta dai parenti o dagli eredi.La Compagnia è guidata da un consiglio con uno o più presidenti onorari, un priore, un sotto priore, due capi guardia onorari, un cassiere e un cappellano ed è assistita da un cancelliere.

Tutti hanno l’obbligo di farsi, a proprie spese, una cappa di tela nera, “stretta alla vita con un cordone nero di lana” con appesa la corona, “ed un bavero un piccolo tabarro di tela incerata nera che giunga fino all’estremità della manica da indossarsi in tempo di pioggia”; in oltre ciascun confratello “avrà un paio di ghette della stessa tela, un cappello nero a vento largo legato dietro le spalle ed un paio di guanti neri”.

Attraverso un secolo ed oltre, fino ai giorni nostri, la Venerabile Misericordia ha mantenuto costante il suo impegno rivolto all’aiuto dei deboli e bisognosi dando priorità specifica al trasporto dei defunti. Nel settembre 1994 il Consiglio in carica ha deliberato l’affiliazione Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia.

Facciamo appello a tutti i cittadini, specialmente ai giovani, affinchè non venga vanificato tutto quanto è stato fatto dai nostri predecessori. Dio ve ne renda merito.
 

Servizio Civile: Al via oggi l’esperienza per i giovani del Bando 2016

Ottobre 2016

Sono 1900 i ragazzi e le ragazze che oggi iniziano l’esperienza di Servizio Civile nelle Misericordie di tutta Italia. A loro va il benvenuto nel mondo “giallo-ciano” e l’augurio di buon lavoro del presidente della Confederazione Nazionale Roberto Trucchi: “Al fianco delle comunità, dentro ai territori, per aiutare gli ultimi e chi ha bisogno: è quello che ogni giorno i confratelli e le consorelle di Misericordia fanno in tutta Italia ed è quello che da oggi, insieme a loro, potranno fare anche i giovani in Servizio Civile del Bando 2016. A loro va il nostro più caloroso benvenuto e l’augurio che i prossimi 12 mesi siano un’opportunità di crescita personale, civile e collettiva. Sono sicuro che i ragazzi e le ragazze che oggi iniziano questa avventura troveranno cordiale accoglienza nelle nostre sedi da parte dei volontari e potranno realizzare concretamente le proprie aspirazioni e aspettative volte ad attività socialmente importanti per le proprie comunità”.

“Verso la metà di ottobre quattro giovani selezionati inizieranno il loro servizio civile in seno alla nostra misericordia. Per tutti questi giovani ragazzi si tratterà di una nuova esperienza che vogliamo sperare costituisca in loro una formazione ispirata al verso senso del volontariato.Non ho titoli per dare consigli, ma stiamo vivendo un periodo di insofferenza verso tutto ciò che è sacrificio e dedizione. Il servizio richiesto darà l’opportunità di essere con il loro operato un valido esempio che altri giovani vorranno imitare nel bene comune, in favore della comunità. Sono loro che con il loro entusiasmo e volontà di operare possono essere determinanti per la continuità di queste associazioni che operano nel volontariato.Dobbiamo avere fiducia in loro, altrimenti tutto ciò che si è fatto verrà vanificato.” Il Governatore Antonio Ballestracci

Per questo anno 2016-17 i quattro giovani selezionati sono:
Aiello Efrem
Bertolini Chiara
– Cabras Leonardo
– Di Prinzio Mirko

 

 

http://www.misericordie.it/servizio-civile-al-oggi-lesperienza-i-giovani-del-bando-2016

Servizio Civile Nazionale

La Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia conta ad oggi 540 sedi accreditate per l’attuazione del Servizio Civile.
Il Servizio Civile odierno, sia quello finora fatto con buoni risultati dagli Obiettori di Coscienza in servizio alternativo alla Leva Militare, sia quello svolto per libera scelta dalle ragazze o da Giovani in posizione di riforma, costituisce un concreto risultato delle esperienze del passato che confluiscono in un connubio che coinvolge strettamente il Settore Pubblico ed il Privato, per una collaborazione efficace e produttiva di importanti risultati.
I vantaggi a favore dei Giovani in Servizio Civile comprendono un assegno mensile, attualmente di Euro 433.80, una formazione sia generale sul servizio civile, sia pertinente l’attività prescelta, i crediti formativi possibili in ambito didattico, nonché ulteriori eventuali benefici che nel tempo potranno essere raggiungibili con il procedere delle trattive correnti in proposito.
Queste considerazioni e la diversità delle Aree di Intervento nelle quali si esplica il Servizio delle Misericordie, ci inducono a chiedere con fiducia l’adesione dei Giovani, confidando nel loro desiderio di svolgere il Servizio Civile presso le nostre Sedi, dove troveranno cordiale accoglienza da parte dei Volontari e potranno efficientemente operare nel Settore indicato dal Progetto prescelto, realizzando concretamente le aspirazioni e le aspettative che certamente ciascuno si pone quando sente il dovere di dedicare un anno della propria vita ad attività socialmente importanti come quelle affidate al Servizio Civile.

 

servizio-civile-nazionale

I Volontari

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Elenco volontari:
Antolini Marco
Ballestracci Antonio
Ballestracci Sergio
Barbieri Bruno
Beccari Rita
Bertolini Vittorio
Bussini Ennio
Carretti Mariangela
Colombo Luciano
Cortesi Franca
Cortesi Piero
Coval Valentina
Forciniti Daniel
Gavarini Grazia
Ghelfi Ferdinando
Ghinetti Gaia
Leuchi Mirella
Marafetti Tiziana
Mattei Mario
Micheli Giuliano
Malatesta Felice
Pini Aldo
Rapalli Giuseppe
Sarselli Rita
Simoncini Mauro
Viola Marida
Zannato Marisa
Zanotto Cesare
Menghini Luca
Franchi Anna
Marginesi Emilio
Zanetti Eugenio

Elenco volontari servizi funebri:
Belforti Ultimo
Bicchierai Luciano
Bigi Clide
Brunelli Mario
Boggio Guido